Adesso l’amministrazione non risponde nemmeno a delle mamme?

Vota

Sulla Nazione dell’ 11 giugno 2017, è apparsa la notizia che alcuni genitori di Castelfranco di sotto, in una lettera al Sindaco, hanno espresso i loro dubbi e preoccupazioni per i cambiamenti nel servizio di trasporto scolastico. I genitori parlano di disservizi (qualche bambino rimasto a piedi, sporcizia ecc) e chiedono maggiori rassicurazioni per la sicurezza e l’incolumità dei bambini. In particolare chiedono qualche accortezza in più nel servizio per i più piccoli. La lettera era indirizzata al sindaco con data primi di maggio.

Leggendo l’articolo: traspare la preoccupazione ma anche lo spirito propositivo di chi cerca di apportare il proprio contributo, nell’intenzione di migliorare il servizio.  

Problematiche non insormontabili, e richieste forse anche facilmente risolvibili, magari con un colloquio e delle rassicurazioni verbali. Questione di normale amministrazione che nemmeno dovrebbe comparire sui giornali.

Invece la lettera delle mamme cade nel vuoto e le stesse mamme sono costrette a rendere pubblica la loro storia, lamentando di aver atteso un mese per una risposta mai pervenuta.

Chiediamo scusa ai genitori per l’assurdità del comportamento che hanno ricevuto e per la vanificazione delle loro speranze di dialogo.

Chiediamoci se era così difficile dare una risposta alle richieste. Chiediamo cosa può aver impedito, in questo mese, di trovare il tempo per incontrare qualcuno di questi genitori e rassicuralo? Quali impegni hanno tenuto occupati  il Sindaco e la Giunta, da non aver il tempo di una telefonata o di scrivere una mail per dire almeno che il problema è stato preso in carico?

La mancata risposta, è molto grave soprattutto perchè si parla di sicurezza dei bambini, e poi perchè la richiesta arriva da dei genitori che affidano i loro figli al servizio di trasporto scolastico.

A questo punto, saremo noi a chiedere al Sindaco perchè non ha risposto a questi genitori!

In ogni caso riteniamo che  questa questione sia stata affrontata nel modo sbagliato. Sfuggire il confronto, rischia solo di aumentare il divario e rendere più complicata la situazione. 

Molte volte abbiamo sentito dire, che è importante segnalare i problemi in modo ufficiale. Aggiungiamo come sia ancora più importante far seguire una risposta a questa segnalazione. Insomma se da una parte si chiede ai cittadini di collaborare, l’amministrazione ha il dovere di rispondere!

Purtroppo sempre più cittadini del Comune lamentano di aver fatto segnalazioni e di non vedere nessuna azione di risposta. Per questo la questione diventa sempre più grave a nostro avviso.

Spesso siamo stati i primi a lamentare la mancanza di risposta da parte della amministrazione tanto da dover ricorrere a Prefetto e Giudice di Pace ma pensavamo che fosse una questione politica!

In ogni caso, nei giorni passati abbiamo presentato un esposto in procura per la mancata risposta e consegna di documenti (. Il 18 giugno abbiamo scritto una lettera al prefetto segnalando la mancanza di risposte da parte della amministrazione e fra la casistica segnalata abbiamo inserito anche la notizia della mancata risposta alla lettera delle mamme. Sotto alleghiamo la lettera al prefetto.

Comunicazione prefetto

Speriamo che almeno questa strada porti delle risposte.

Concludiamo dicendo che per provare a rispondere ad i dubbi sollevati dalle mamme sui requisiti di sicurezza degli autobus, il 13 giugno abbiamo richiesto i documenti della gara di affidamento del servizio. In data 19 giugno abbiamo ricevuto i documenti e adesso con i dati a disposizione, ci rendiamo disponibili a rispondere alle eventuali domande.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *