METTI UNA SERA D’ESTATE IN PIAZZA …

Vota

banchiniQuesto è ciò che scrive su FaceBook un cittadino Castelfranchese che ha partecipato ai nostri incontri che si sono tenuti nelle piazze del nostro comune in cui si parlava di sicurezza:

“Vorrei ringraziare enormemente i Castelfranchesi e le Castelfranchesi che durante tutto il mese di luglio hanno partecipato attivamente e costruttivamente alle riunioni pubbliche sul tema della sicurezza, organizzate in varie piazze e zone del nostro paese. Vi ringrazio enormemente perché niente era scontato e i malumori di pancia e la voglia di protesta rischiavano di esplodere e rendere le riunioni su un tema delicato come quello della sicurezza, caotiche ed inconcludenti. Invece non è stato così e questo è soprattutto merito vostro! Ascoltandoci, esponendo con passione le problematiche di una vita quotidiana sempre più difficoltosa, abbiamo cominciato a capire tutti insieme, che il modo migliore per affrontare il senso di insicurezza diffuso e pressoché generalizzato, non è certo quello di rinchiudersi nel castello blindato del proprio orticello, sperando che le mura erte per proteggersi, siano abbastanza alte da scacciare molesti invasori, ma l’esatto contrario. Abbiamo capito che solo facendo rete, solo mettendo in condivisione i problemi, capendone al contempo l’ordine di priorità e importanza generale, facendo incontrare persone di zone diverse, è possibile da una parte ripristinare un senso di comunità, oggi sempre più assente, ma soprattutto affrontare il tema della sicurezza in maniera attiva e realmente securitaria. Referenti di quartiere, proposte concrete da sottoporre all’attenzione delle autorità, voglia e piacere di incontrarsi, di dialogare, di riappropriarci degli spazi pubblici per farne luogo di discussione aperta alla cittadinanza, sono queste le risposte più potenti uscite da queste riunioni veramente positive. Abbiamo capito che è solo dando una risposta concreta e radicale al tema della sicurezza della cittadinanza, che il tema dell’incontro di comunità etniche e religiose così diverse, come quelle di Castelfranco, può avere un senso ed essere favorito. Non con gli spot buonisti, né tanto meno con il lassismo fatalista. Castelfranco non ha bisogno di eroi, di superman dell’ordine pubblico, né tanto meno di muri di odio! Castelfranco ha bisogno di ritrovare il senso di comunità e di declinarlo collettivamente e non attraverso la mediazione parziale di associazioni, gruppi consorzi e via discorrendo, il cui interesse particolare non si somma quasi mai nell’interesse collettivo della comunità. Per questo non fermiamoci qua e continuiamo su questa strada con passione e con coraggio e con il rispetto reciproco, senza paura di protestare se necessario, di lottare se non ci sono alternative, ma sempre con l’obiettivo di perseguire il bene generale della nostra comunità! Grazie ancora a tutte e a tutti! Ci rivediamo prestissimo! “

Marco Incardona

Pensiamo che abbia colto il vero senso delle nostre azioni e questo non vale solo per la questione sicurezza ma per qualsiasi problema esso sia quella è la strada giusta per le soluzioni

Grazie Marco !

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *