Via Einaudi: ecco cosa chiedono i cittadini!

Vota

1002909_243925565798411_8768120037002169054_n-180x180

Mercoledì 13 Luglio 2016, il Movimento 5 stelle di Castelfranco di Sotto ha organizzato una riunione pubblica in Piazza Ungaretti per parlare della situazione della via Einaudi e delle vie limitrofe. Il punto di partenza della riunione è stato l’introduzione, dal mese di maggio 2016, di un divieto di sosta permanente in entrambi i lati della via Einaudi e che ha portato molti disagi ai residenti della zona.

Di seguito pubblichiamo il resoconto della riunione, stilato dal Movimento 5 stelle.

Nel resoconto sono riassunti i problemi evidenziati dai residenti, in un dialogo aperto e sincero. La serata si è conclusa con delle proposte analizzate e valutate tutti insieme per migliorare la situazione attuale soprattutto sotto il profilo della sicurezza dei residenti e dei passanti., tenendo in considerazione anche la viabilità delle vicine via Fratelli Cervi e via Banchini. Le proposte sono di prevedere il transito solo a senso unico nella via Einaudi, permettendo la sosta solo da un lato, per garantire maggior sicurezza in collegamento con via F. Cervi e via Usciana e nel percorrere la strada, considerando che l’Ufficio Postale, e il vicino supermercato, portano molto traffico durante il giorno. Il senso di percorrenza pensato è quello da via F. Cervi a via Usciana.

Durante la riunione, il Movimento 5 stelle, ha preso pubblicamente impegno di portare queste proposte alla attenzione della amministrazione comunale e alla presenza dei residenti. Pubblichiamo il resoconto a testimonianza dell’impegno preso.

Cosa deciderà la maggioranza consiliare: ascoltare i cittadini che con senso di responsabilità portano proposte sensate e migliorative o continuare a prendere decisioni da soli, comunicando con i cittadini solo dopo che tutto è stato deciso?

Resoconto Riunione 13 Luglio 2016. 

L’incontro pubblico in Piazza Ungaretti con i cittadini ha riguardato la viabilità della zona, in particolar riguardo alla situazione di Via Einaudi, in cui è in vigore il divieto di sosta permanente su entrambi i lati della strada.

Dal mese di maggio 2016, sono state fatte multe alle macchine parcheggiate in tutta la strada a causa del divieto permanente di sosta. I residenti, chiedono di sapere da quando esiste il divieto, chi lo ha chiesto e lamentano la scarsa informazione al riguardo.

Adesso sono costretti a lasciare la macchina in Piazza Ungaretti in cui però ci sono stati numerosi episodi di atti vandalici e di furti. La piazza è scarsamente illuminata di notte e i residenti la ritengono poco sicura sia come parcheggio e sia per l’attraversamento.

Inoltre, specie durante le ore notturne e nei fine settimana, in piazza Ungaretti sostano uno o più camion che non avendo aree di sosta a loro destinate, vanno ad occupare molti posti auto.

Avendo cercato i documenti ufficiali, riferiamo che l’ordinanza relativa al divieto di sosta risale al novembre 2013. Nel testo del documento vi è scritto che la decisione è stata presa per motivi di sicurezza e dietro richieste dei residenti.

I residenti, si dichiarano sorpresi della datazione dell’ordinanza e si chiedono il perché della attuazione solo in questi ultimi mesi.

I problemi principali della strada indicati dai residenti, sono:

-le numerose macchine posteggiate in divieto e sul marciapiede in orario di apertura degli uffici postali che limitano la carreggiata e costringono a una percorrenza alternata della strada. I parcheggi selvaggi sulla strada avvengono anche se davanti nella Piazza Ungaretti vi sono sempre posti liberi. Nonostante le segnalazioni ai vigili, i residenti lamentano scarsi provvedimenti al riguardo da parte della polizia municipale. Tale situazione sembra tollerata, mentre tutti loro lamentano almeno una contravvenzione presa dal momento della introduzione del divieto su tutta la strada.

-l’incrocio con via Fratelli Cervi,è pericoloso a causa della scarsa visuale in uscita,  per vedere  chi proviene da destra occorre sporgersi in modo eccessivo. In quel punto spesso vi sono incidenti.

-l’incrocio con la via Usciana perché la via Einaudi è troppo stretta e spesso le macchine in entrata invadono la carreggiata andando a scontrarsi con quelle provenienti in senso opposto.

– il passaggio dei camion che portano le merci alla vicina coop, nonostante sia vietato l’accesso a tali mezzi nella strada. Il passaggio dei camion è ben udito dai residenti che specialmente d’estate vengono svegliati verso le 6 del mattino dal forte rumore che provoca anche il tremare dei vetri delle finestre.

Inoltre, nell’installare poi il divieto di sosta non si è tenuto conto della presenza in quella via di un laboratorio artigianale, che necessita di effettuare anche operazioni di carico e scarico merce. In questo caso il laboratorio è stato messo in difficoltà anche se a breve si trasferirà nel comune di Montopoli V/A, in una zona in cui le esigenze della lavorazione sono meglio considerate.

Infine il divieto di sosta, oltre a creare loro disagio, ha peggiorato la sicurezza della strada perché chi vi transita, non più ostacolato dalle macchine, procede adesso a velocità sostenuta lungo tutto il tratto della strada.

Parliamo poi dei problemi delle strade vicine come via Scotellaro e via Banchini.

La via Banchini è sicuramente più larga di via Einaudi, ma viene percorsa a forte velocità e spesso ci sono incidenti in alcuni casi mortali all’incrocio con via Fratelli cervi. Le macchine parcheggiate in entrambi i lati però limitano molto la larghezza del tratto percorribile per cui spesso le macchine sono costrette a manovre pericolose per non toccarsi. Un problema accentuato dalla presenza delle macchine parcheggiate dagli utenti della palestra.

La proposta che elaboriamo insieme ai residenti riguarda la possibilità di richiedere il senso unico per la via Einaudi, permettendo così la sosta solo da un lato.

La proposta permetterebbe di eliminare i problemi relativi anche agli incroci: il senso di percorrenza dovrebbe essere quello da via Fratelli Cervi verso via Usciana.

Unico problema da verificare è l’accesso agli uffici postali che potrebbe essere risolto in due modi:

– con il solo senso unico, la posta sarebbe accessibile dalla strada e dalla Piazza Ungaretti in cui gli utenti avrebbero un motivo in più per parcheggiare evitando il parcheggio nella strada,

-altra soluzione sarebbe prevedere il transito a doppio senso solo fino alla posta ma questo potrebbe causare forse dei problemi in accesso al parcheggio o alla strada.

Le proposte su via Einaudi vengono valutate anche in relazione ad un possibile aumento di carico di via Banchini e alla necessità di risolvere il problema dell’incrocio pericoloso con lampeggianti o con delle segnalazioni più visibili.

La riunione si conclude con la proposta fatta e l’idea di portarla alla amministrazione per un accoglimento almeno in via sperimentale. Il gruppo consiliare del movimento 5 stelle, si prende l’impegno di raccogliere quanto detto in un documento da portare ai residenti in visione e di portare quel documento in sede ufficiale in commissione per permettere a tutti di conoscere le proposte e valutare nel merito la situazione.

I residenti appaiono soddisfatti e rassicurati riguardo la possibilità di essere coinvolti nel processo decisionale riguardo alla situazione.

I residenti, lamentando ancora una volta la mancanza di concertazione e condivisione con loro, riguardo la istituzione del divieto di sosta permanente nella loro strada, sembrano ritenere importante la proposta di rivisitare la viabilità della strada. Viene ribadito ancora una volta come il loro disappunto rispetto al provvedimento sia legato a motivi di sicurezza di chi abita e di chi si trova a utilizzare la strada.

La riunione termina verso le 23:40.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *