Pesce d’Aprile alla piscina?

Vota

piscina_castelfranco (1)

Come noto ormai a tutti, è in atto il cambio gestione della piscina.

Come già abbiamo evidenziato in articoli precedenti. il nostro pensiero va ai dipendenti della UISP, che a nostro avviso potevano essere tutelati maggiormente già dal bando emesso dal comune.

Vogliamo adesso parlare di un aspetto importante che a nostro parere non è stato preso in considerazione: la continuità del servizio per gli utenti.

Da quanto riportato dai giornali ci vorrà circa un mese, anche se noi pensiamo assai di più, tra uscita del vecchio gestore e subentro del nuovo.Tutto questo facendo i conti senza l’oste perché ad oggi, dopo tante polemiche, ancora la nuova gestione non si è espressa.

Gli utenti saranno comunque costretti a rivolgersi ad altre strutture per continuare la loro attività con tutti i disagi e le scomodità del caso. La chiusura impianto a metà stagione è proprio un bel premio che viene dato a chi aveva scelto di utilizzare l’impianto comunale di Castelfranco!

Un dubbio non trascurabile e di cui tutti tacciono: quando la nuova gestione avrà sistemato tutto e riaperto, questi stessi utenti, avranno voglia di tornare, cambiando un’altra volta impianto ed abitudini?

Sfortuna, purtroppo no, tanta vana gloria e poche decisioni veramente di buon senso.

Eccone una, comprensibile anche ad un bambino: predisporre il bando  in modo che il cambio di gestione coincidesse con la pausa alla fine della stagione invernale, periodo in cui l’impianto rimane comunque chiuso per consentire la rimozione del pallone!

Le utenze invernali avrebbero concluso i loro corsi e con l’inaugurazione estiva i nuovi gestori si sarebbero fatti conoscere, imparando anche a conoscere l’impianto in vista infine della nuova stagione invernale con gli utenti ormai rassicurati e felici di tornare.

Così, tra incognite sulla nuova gestione, possibili perdite di lavoro di dipendenti e fughe di utenti, la amministrazione ha scritto l’apoteosi della storia della piscina.

I molti precedenti  qui a Castelfranco non lasciano ben sperare in un esito positivo: ricordiamo tra tutti la palestra fantasma o la farmacia comunale che stenta a sopravvivere, le promesse dei giochi per bambini ecc.

Ricordiamo che già l’anno passato la piscina è stata chiusa per molto tempo causa della rottura del tendone, poi la settimana dell’apertura estiva e quest’anno con la nuova tegola in testa ai frequentatori.

Non c’è più da meravigliarsi di nulla e più va avanti il tempo e più le cose peggiorano.

Concludiamo chiedendo delle delucidazioni sulle attività future e la garanzia di una data di apertura. Sperando non sia un pesce d’aprile


Iscriviti alla nostra newsletter ti terremo aggiornato sulle notizie di Castelfranco. Massimo una mail a settimana e puoi cancellarti in ogni momento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *