Le segnalazioni per le Maleodoranze le farà l’Amministrazione.

Vota

SERVIZIO MALEODORANZE

Non c’è bisogno di un numero verde ARPAT per i cittadini, abbiamo il Sindaco e l’Amministrazione PD.

Il 09 Marzo 2016, la maggioranza consiliare ha bocciato a mozione per la richiesta di una convenzione con ARPAT di un numero verde attivo 24 h su 24 e un protocollo di intesa per un pronto intervento anche per il fine settimana e le ore notturne da attivarsi in termini comprensoriali.

La mozione presentata dal Movimento 5 Stelle ha avuto il voto favorevole degli altri gruppi di opposizione che ne hanno compreso lo spirito a servizio del cittadino mentre il gruppo Castelfranco Che Cambia Partito democratico l’ha definita inaccettabile.
In conclusione, per la maggioranza consiliare: il cittadino non deve rivolgersi direttamente ad ARPAT, ma deve fare le sue segnalazioni alla amministrazione ed al Sindaco, i quali poi saranno in gradi di giudicare quelle meritevoli di essere inoltrate.

Anzi, le segnalazioni per interposta persona sono preferibili perché evitare che il cittadino si senta in diritto di disturbare ARPAT in ogni momento. E’ stato detto, inoltre, che nella notte e nel fine settimana le ditte sono chiuse per cui non dovrebbero esserci problemi e quindi non vi è necessità di un numero per poter telefonare, in quegli orari.
Il Movimento 5 stelle di Castelfranco è rimasto allibito dalle risposte. Troviamo assurdo che una amministrazione democratica nel 2016 pensi che le iniziative dei cittadini debbano essere filtrate dal potere amministrativo e politico, dimostrando una visione antica e quasi feudale di quello che deve essere il rapporto cittadino ed istituzioni.
Parafrasando la situazione, ormai nel nostro comune, vige la stessa regola descritta nella La Fattoria degli Animali, di George Orwell, quando nella fattoria equalitaria, autodefinitasi con la cacciata del padrone, ad un certo punto alcuni animali prendono il sopravvento e scrivono la regola per cui “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”, decretando così la fine del sistema di gestione congiunto e diventando i nuovi capi .
A Castelfranco di Sotto, di fatto, non siamo tutti uguali,ma abbiamo “i più uguali” della situazione, pronti ad entrare in azione nelle ore notturne ed il fine settimana.

Negli orari di uffici i cittadini saranno liberi di chiamare da soli, per segnalare le Maleodoranze,mentre in orari non d’ufficio saranno costretti a chiamare Sindaco o Assessori, uffici di Polizia Comunale e uffici Comunali e forze di Polizia. Insomma, il cittadino viene trattato come fosse in qualche modo capace e responsabile solo a fasce orarie e bisognoso di controllo superiore.

Per adesso consigliamo a tutti i cittadini di procurarsi numero di Sindaco ed Assessori per le evenienze perché non ci hanno autorizzato a diffonderli.
Certo non ci arrendiamo e in questa battaglia sarà il benvenuto, chiunque ritenga assurda, indegna di un COMUNE DEMOCRATICO, questa decisione della maggioranza, presa dalla maggioranza appartenente al Partito Democratico.
Vediamo se tutti insieme riusciremo a portare il nostro comune ad una gestione democratica e soprattutto moderna.
Infine va ricordato che esistono molti numeri e servizi, quali ad esempio il 113, il 118 ed il 115, che i cittadini hanno la possibilità di attivare, chiamando direttamente i numeri di pubblica utilità, senza che ci siano interventi chiamati inopportunamente o sprechi di denaro pubblico per tali servizi. Speriamo che nel il futuro qualcuno non pensi di  imporre un filtro amministrativo anche per questi interventi.


Iscriviti alla nostra newsletter ti terremo aggiornato sulle notizie di Castelfranco. Massimo una mail a settimana e puoi cancellarti in ogni momento.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *