Piscina: prima di tutto sicurezza per i DIPENDENTI !

Vota

piscina comunale castelfranco di sotto

Apprendiamo dall’albo pretorio on line, a seguito di un bando di gara più volte rinviato (se ne parlava a gennaio 2014), dellassegnazione della gestione della piscina comunale ad una Associazione temporanea con sede a Terni.

E’ per noi una vera sorpresa, mai avremmo scommesso che la Uisp dopo così tanti anni avrebbe perso la gestione dell’impianto natatorio.

La prima nostra preoccupazione appena appresa la notizia è andata agli utenti ma soprattutto ai dipendenti che attualmente stanno lavorando alla gestione dell’impianto, abbiamo ancora impressa la lettera che  attuale presidente UISP inviò al comune per sollecitare il ripristino della struttura distrutta da una tromba d’aria nel marzo dello scorso anno tirando in ballo i proprio i 20 dipendenti sospesi senza stipendio dal loro lavoro.

Gli aggiudicatari del bando ossia l’ATI ASD AQUASPORT – ASD BLUWATER hanno dei precedenti non proprio confortanti vedi gestione piscina di San Giuliano Terme.

Provvederemo pertanto al più presto a chiedere un incontro con i vertici della Uisp per verificare il numero dei dipendenti e capire anche se sono state offerte loro garanzie o proposte; inoltre vorremo capire, come riportato a mezzo stampa, le ragioni per le quali ritengano di essere stati danneggiati tanto da ricorrere al TAR Toscana.

Non meno preoccupante è anche l’aspetto che riguarda la gestione dell’impianto natatorio, dopo tutte le vicessitudini che tutti conosciamo, la piscina aveva bene o male recuperato i servizi che vedono una buona affluenza, riusciremo con la nuova gestione a mantenere gli stessi servizi alle stesse condizioni come i prezzi e gli orari di apertura?

Peccato che altre associazioni più vicine al nostro territorio e con ottime credenziali non abbiano partecipato, qualcuno sappiamo qualche interessi lo ha manifestato, ma forse i vincoli del bando erano troppo restrittivi per loro.

Attorno a questa vicenda in questi giorni a Castelfranco si respira un’aria strana; in giro si susseguono strane voci di giochi politici perpetrati dai soliti che fanno e disfanno a loro piacimento, senza però che nessuno dica chi e che cosa.

C’è poi da una parte l‘amministrazione e dall’altra gli attuali gestori che appaiono sorpresi gli uni intenti a portare a compimento l’iter attenti a compiere il tutto a regola per ripararsi dalla UISP che anch’essi increduli minacciano ricorsi mentre si apprestano a preparare le loro valige.

Ovviamente ripetiamo che si tratta di sensazioni che ci pare di avvertire; di fatto non ci resta che attendere l’avvio previsto per il prossimo primo aprile del nuovo gestore e capire allora qualcosa di più preciso.

Abbiamo però qualcosa di più che una sensazione, cioè che in futuro questa storia ci riserverà ancora delle sorprese .

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *