Pensieri e parole… consiglio comunale 27 novembre 2015

Vota

consiglio comunale

Il consiglio comunale del 27 Novembre si apre con l’interpellanza che il nostro gruppo ha presentato riguardo alle risposte che l’Arpat ha dato a seguito delle varie segnalazioni fatte dai cittadini per le maleodoranze della nostra zona. La fantasia non manca.. si spazia dalla cicuta, alla concimazione dei campi, ai camion che trasportano le pelli e per ultimo il clandestino che brucia rifiuti per scaldarsi. Quello che chiediamo all’amministrazione è di prendere una posizione netta verso l’Arpat; chiediamo che in qualità di primo cittadino il sindaco si schieri dalla parte dei cittadini. Non è più accettabile che Arpat continui a dare risposte superflue (“dal confronto con un residente della zona” oppure “sulla scorta di indagini recenti condotte in altre zone” ) non basate su controlli a campione fatti dove le maleodoranze sono state avvertite.

Purtroppo, la risposta della giunta di maggioranza, anche questa volta, non ci sorprende… non si vogliono impegnare a far sentire la propria voce nei confronti di Arpat. Dicono si parla del niente, l’Arpat deve fare il proprio lavoro e ogni ente ha le proprie competenze e responsabilità.

Noi cittadini continueremo a denunciare, a scrivere, a puntare il dito contro chi non salvaguardia il nostro territorio e non fa il proprio lavoro. Sulla salute non abbasseremo mai la guardia.

Altro punto importante all’ordine del giorno è l’accensione di un ulteriore mutuo per l’anno corrente di € 500.000, per il 2016 di € 400.000, per il 2017 di 200.000 €.

I mutui dovranno servire a coprire lavori di manutenzione stradale; promesse elettorali ancora rimaste tali.. i giochi per i bambini, si rimanda oramai di stagione in stagione. Però i 33.000 € per fare i percorsi partecipativi si sono trovati subito e non è stato necessario aspettare!!! La partecipazione così tanto sbandierata durante la propaganda elettorale per questa maggioranza è fare “processi partecipativi” spendendo soldi pubblici… La partecipazione per #castelfrancochecambia è mandare i cittadini a pulire le piazze … Noi siamo andati insieme ai cittadini a pulire le piazze.

Questa è la grande differenze tra Pd e M5S

Con questi soldi, con questo ulteriore debito pubblico, si andrà a riparare delle strade a mettere – forse – i giochi per i bambini e tutti quelli dell’amministrazione comunale si presenteranno così in pompa magna all’inaugurazione con grandi sorrisi … ma riusciranno ad essere sinceri?? Riusciranno a dire ai bambini che tutte quelle cose che hanno adesso, le pagheranno loro quando saranno grandi?

No…. Siamo sicuri che quando i cittadini fra qualche anno chiederanno più servizi, una maggiore cura del territorio e  un’attenzione al patrimonio pubblico, le persone sulle “poltroncine” diranno che il comune ha troppi debiti, ha contratto troppi mutui in passato, sono state fatte scelte sbagliate …e quindi la manutenzione non può essere fatta,  le nuove opere non possono partire… un dèjà vu neppure troppo lontano.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *