Maleodoranze, Arpat: “usa bruciare rifiuti e materiali vari per riscaldarsi” FACCIAMO FINTA DI NIENTE ?

Vota

 

fire_bin_10_by_purpletartan

Come dei bravi cittadini modello segnaliamo ad ARPAT le maleodoranze che abbiamo avvertito sul nostro territorio nei giorni 29/30 Ottobre scorso, e veniamo informati da Arpat che a Castelfranco esistono clandestini che occupano abusivamente strutture private in costruzione e bruciano rifiuti, quindi possiamo stare tranquilli!

Questo in sintesi cosa ci è accaduto utilizzando il servizio dal nostro Blog che invia automaticamente la segnalazione di maleodoranze oltre ad ARPAT anche alla nostra amministrazione.

Riceviamo,come mai prima, una celere risposta dall’agenzia a firma della Dott.ssa Laura Senatori che ringraziamo, il cui contenuto però ci scandalizza non poco.

In passato abbiamo ricevuto sempre dallo stesso ente risposte a seguito di nostre segnalazioni di maleodoranze giustificate come: Concimazioni di campi, il taglio della cicuta e adesso Il “senza fissa dimora” che brucia rifiuti per riscaldarsi.

Sorvoliamo per un attimo sulle cause e analizziamo invece il contenuto:

– Un Clandestino,
– Un occupazione abusiva di un edificio,
– Incendio di rifiuti o materiali sconosciuti che creano quegli odori e forse diossina,

Ma questi non sono più reati in Italia ? Forse a queste cose non ci si fa più caso, è questa la normalità ? E la conclusione qual è? Siccome queste sono le cause che per di più si protraggono da circa un anno, perché fino ad oggi non è stato preso alcun provvedimento?

Come Movimento 5 Stelle ci batteremo affinché la questione venga affrontata nell’opportuna commissione per dar corso a quanto auspica arpat “approfondimento da parte del Comune ed eventualmente degli organi competenti”.

Nel merito delle cause nutriamo delle forti perplessità, non abbiamo strumenti di riscontro lasciamo che siano i cittadini a giudicare.

logo-pdf_0-e1400486553733

Risposta Arpat senzatetto

 

Iscriviti alla nostra newsletter ti terremo aggiornato sulle notizie di Castelfranco. Massimo una mail a settimana e puoi cancellarti in ogni momento.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *