Commenti sul consiglio comunale del 19 ottobre 2015

Vota

LaMaggioranzaInConsiglioComunale

 

Il Consiglio Comunale di lunedì 19 Ottobre 2015, proseguimento del Consiglio di sette giorni prima, è stato esclusivamente dedicato alla trattazione di mozioni di cui ben cinque presentate dal Movimento 5 stelle.

Oggettivamente, il risultato conseguito dopo questa due giorni e’ deludente vista la ben nota scarsa propensione da parte dell’amministrazione alla partecipazione delle forze di opposizione nella scelte politiche del ns. territorio.

La prima mozione, discussa il 12 ottobree presentata a giugno, riguardava l’accoglienza dei profughi, chiedendo una maggior condivisione tra i territori della provincia di Pisa. La maggioranza consiliare, non ha accolto la richiesta, non accettando le premesse, pur ritenendo la proposta valida e condivisibile. Risposta incomprensibile, dato che le proposte sono oggettivamente la parte che interessa nell’accogliemento o meno di una mozione.

Nella serata del 19 ottobre, è stata discussa la mozione “la partecipazione attiva dei cittadini”, tramite l’uso di portali (fabbricadelcittadino.it, decorourbano.org ) utilizzabili su telefoni, tablet e pc, che consentono con pochi click di inviare segnalazioni per disservizi o degrado direttamente al comune, il quale pianifica l’intervento e provvede a risolvere il problema. Questa mozione è stata accolta dalla maggioranza chiedendo due mesi di tempo per valutarne la fattibilità e la scelta del portale più opportuno per le esigenze del comune. L’adozione di queste piattaforme, permetterebbe di aprire un nuovo e moderno canale di comunicazione tra comune e cittadini e l’apertura a questa richiesta rappresenta una occasione importante. Speriamo sinceramente di concludere questo percorso con la definitiva adesione della amministrazione.

Altra mozione trattata è stata quella riguardante l’introduzione di un fondo comunale per la gestione delle eventuali emergenze abitative dei cittadini castelfranchesi. Altri comuni del comprensorio, come S. Croce ne hanno uno. E’ vero che questo tipo di emergenza, è in parte gestito in collaborazione con la Società della Salute, ma il problema negli anni è aumentato enormemente. A nostro parere, un fondo dedicato, interno al bilancio potrebbe accrescere le possibilità di intervento senza richiedere spostamenti di voci di bilancio. La proposta della maggioranza al riguardo è stata quella di chiedere una riflessione condivisa per cercare la soluzione più opportuna, tra aver un fondo comunale o cercare di creare fondi intercomunali con gli altri comuni del Comprensorio. A questo punto, la mozione è stata ritirata e rimandata a discussione in commissioni consiliari.

La quarta mozione discussa, era relativa alla Sicurezza in generale nello specifico si faceva riferimento alla sicurezza pubblica e alla prevenzione della salute. Questa mozione presentata il giorno 2 Ottobre scorso, chiedeva l’organizzazione da parte del comune di assemblee da tenersi in luoghi pubblici e con l’ausilio di relatori specifici e competenti per trattare eventuali situazioni di criticità , allo scopo di dare uno strumento di prevenzione e supporto ai cittadini e che al tempo stesso di vicinanza delle istituzioni e più in generale della politica. Aspetto non trascurabile, che il partito democratico non sta assolutamente affrontando nè a livello comunale né nazionale.

Nello specifico suggerivamo due questioni che potevano essere di estrema urgenza ed utilità. La prima è la questione sicurezza contro i raggiri e le frodi portate con destrezza che rappresentano la nuova frontiera della microcriminalità, spesso portate contro quelle categorie di persone più vulnerabili come gli anziane. L’altra è la questione relativa all’inquinamento da radiofrequenze creato dalle antenne dei ripetitori per il servizio di telefonia mobile. La risposta è stata una richiesta di ritiro a fronte di un impegno pregresso della amministrazione. Sulla questione, della sicurezza l’unica azione tangibile attuale è stata la presentazione di un progetto sperimentale promosso dalla provincia che il giorno 15 Ottobre è stato presentato nella frazione di Orentano. A onor del vero, tale progetto è successivo alla presentazione della nostra mozione, tanto più che, come d’abitudine, ne siamo stati informati solo dai giornali al momento della convocazione dell’assemblea cittadina. Anche per quanto riguarda le antenne, non vi è alcun documento attestante l’avvio della procedura e nel bilancio preventivo 2015 discusso a luglio ancora non è indicato spesa relativa a redigere il piano di installazione

Pertanto non ritenevamo opportuno ritirare la mozione, ma richiedevamo una sorta di impegno rafforzativo delle intenzioni espresse. La mozione è stata pertanto votata a favore solo dai consiglieri di minoranza e questa incomprensibile chiusura della maggioranza non fa onore al tema.

Perché in fondo, fare una cosa e prendere un impegno a farla anche in futuro non sono in antitesi dal nostro punto di vista.

Noi, a prescindere da questo, con molta serenità continueremo a lavorare, sollecitando temi e azioni.

La quinta ed ultima mozione sulla riforma sanitaria è stata rinviata alla prossima adunanza.

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “Commenti sul consiglio comunale del 19 ottobre 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *