Assessore tira il sasso e nasconde la mano?

Vota

Nardinelli 1 ok

Vergogna è una parola fin troppo troppo elegante per riassumere ciò che un assessore del nostro comune ha racchiuso in un post sulla propria pagina di Facebook, barricandosi dietro al fatto che la pagina fosse privata.

Questo forse perché non avrebbe ne l’autorizzazione dai suoi superiori né il coraggio di pubblicare il post nel gruppo dei cittadini di castelfranco. Ma si sa, gettare il sasso e nascondere la mano è una caratteristica che contraddistingue certi personaggi che il 5 stelle contrasta da sempre.

Tutto è partito dalla nostra raccolta firme appoggiando il comitato di riferimento per indire un referendum abrogativo contro la legge 28/2015 con cui si riformerà la Sanità toscana.

Capiamo perfettamente che informare i cittadini con infermieri e dottori sulla riforma della sanità possa aver dato parecchio fastidio alla nostra amministrazione, in quanto entrambe le categorie sanno bene a cosa andrà in contro il cittadino con la futura riforma.

Quindi l’evento avrà rotto le uova nel paniere a chi voleva far digerire con il solito politichese i tagli alla sanità soprattutto distraendo l’attenzione con il gioco delle 3 carte: asl di pisa o di empoli? senza parlare dei tagli, code interminabili per esami sanitari e disservizi per il cittadino.

Soprattutto ci domandiamo, perché quella rabbia che gocciola dalle parole del post dell’assessore, non viene indirizzata per garantire ai comuni cittadini una Sanità degna di un partito della Sinistra in cui operai e manager si possono trovare accanto di letto con le solite cure? Perchè difendere i tagli fatti dalla parte del cittadino e non dagli stipendi galattic dei dirigenti? Siete ancora di sinistra? E soprattutto siete dalla parte dei cittadini? Forse lo eravate quando sedevate nei banchi di opposizione, ma come dice un vecchio proverbio: cessa di essere amico non lo è mai stato.

Vorremmo poi che l’assessore di cui parliamo avesse il coraggio di pubblicare il post in cui difende i tagli alla Sanità sul gruppo Sei di castelfranco se… e non continuasse a nascondersi dietro un dito.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *