La salute, un diritto costituzionale che non si tocca

Vota

IMG-20150731-WA0002-2

La commissione di garanzia del consiglio  della regione Toscana il 31/07/2015 ha ammesso il referendum abrogativo della legge regionale sulla riforma in tema di sanità LR 28/2015.

Dopo la pubblicazione sul bollettino regionale partirà’ la raccolta di 40.000 firme nell’arco di sei mesi.
Un provvedimento giusto contro una riforma autoritaria e accentratrice fondata solo nell’ottica del risparmio , una riforma approvata in fretta e furia senza una discussione aperta con le categorie di professionisti, sindacati, cittadini, enti locali e che manca di basi tecnico-scientifiche che dimostrino un risparmio di denaro senza tagliere i servizi ai cittadini.
Alla luce dell’approvazione da parte Del senato del maxi emendamento che taglia alla sanità 2 miliardi e 500 Mila euro nel 2015 fino ad un  massimo di 10 miliardi nei prossimi 5 anni , la battaglia per l’abrogazione della LR 28/2015 assume oggi un valore ancora più pregnante. Deve essere un  segnale forte da parte dei cittadini che  vogliono una sanità pubblica equa ed efficiente, in cui come variabile indipendente non siano assunte le compatibilità di bilancio, ma il diritto costituzionale alla salute.

Informarsi e’ importante e indispensabile.  

Per questo motivo organizzeremo dei tavoli di discussione con i cittadini, il personale medico, gli operatori del 118  e i promotori di questo referendum affinché  il diritto alla salute non sia un privilegio di pochi.

Vi terremo informati sulle inizitiave che andremo ad intraprendere.

Stay tuned!!!

11800628_1456274978012346_1692459191265034941_n

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *