Orto di San Matteo, un luogo da animare

Vota

riunione all'aperto

Le riunioni del Movimento 5 stelle di Castelfranco di sotto saranno nei locali pubblici perché da questo mese abbiamo dovuto lasciare la sede in Corso Remo Bertoncini.

Così nel valutare il posto dove poter discutere dei problemi di Castelfranco, ci siamo detti, perché non andare proprio dove esiste uno dei problemi più sentiti dai castelfranchesi? Abbiamo quindi deciso di organizzare le nostre  riunioni, a partire dalla prossima, all’ Orto di San Matteo per tornare a frequentare quel posto che è di tutti i castelfranchesi. Il Movimento è espressione dei cittadini e le nostre riunioni, da sempre, sono aperte e tutti sono invitati a partecipare-.

Gli argomenti che tratteremo  nella prossima riunione di Mercoledì 24 Giugno alle ore 21.30   saranno i seguenti:

  1. Orto di San Matteo: integrazione della mozione presentata il 13 maggio 2015 alla luce dei nuovi episodi
  2. Profughi: possibili azioni
  3. Antenne: iniziative atte a far definire all’amministrazione comunale un piano regolatore

Vorremmo che la volontà di tornare a vivere il nostro paese e risolvere la pesante situazione che si è creata all’Orto di San Matteo si tramutasse in qualcosa di concreto. E organizzare una/due feste all’anno non è una soluzione accettabile.

Soprattutto invitiamo l’amministrazione comunale e le altre forze politiche, là dove è possibile, a tornare tra la gente per capire la realtà quotidiana dei cittadini In campagna elettorale ci furono riunioni aperte all’Orto. Proponiamo di tenervi anche le riunioni delle commissioni comunali che grazie al nostro lavoro in consiglio, e come prevede la legge, adesso sono aperte al pubblico, cioè a tutti i cittadini.

Il Movimento 5 stelle decide di riunirsi all’Orto e invita tutte le altre forze a fare altrettanto, soprattutto il partito che in questo momento è alla guida del nostro comune.

Ci piacerebbe vedere la piazza animata e allegra, magari con qualche rivendita di bibite e gelati itineranti. Una iniziativa che potrebbe essere raccolta dai commercianti del centro o dal centro commerciale naturale.

Invitiamo tutti a partecipare, noi ci saremo.

MERCOLEDI 24 GIUGNO 2015 ORE 21:30

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “Orto di San Matteo, un luogo da animare

  1. Luca

    Minuta Riunione 24 giugno 2015
    Partecipanti: Luca T, Cristina, Francesco Bruni, Marco C. Marco B. Barbara, Angiola, Giglio, Carlo, Cristian.
    + 4 cittadini di Castelfranco

    Antenne:
    Luca Ha riferito sulle info reperite dal Pazza in comune. Le info Le Aveva già inviate comunque per mail separata.
    In sostanza il comune di Castelfranco non ha un piano regolatore, per cui le richieste per installazioni di antenne fatte dai vari operatori telefonici, dopo parere favorevole da arpa e USL , vengono approvate e le antenne installate
    La legge richiede che entro ottobre il comune si doti di un piano regolatore per evitare il posizionamento selvaggio da parte delle compagnie telefoniche . Il piano regolatore chiaramente indica posti idonei al posizionamento di antenne tenendo conto di particolari criticità presenti sul territorio (scuole, ospedali)
    Una informazione aggiuntiva riportata da Luca è che nel caso in cui il comune si adoperi per la realizzazione di un piano regolatore , I posizionamenti delle antenne si devono momentaneamente sospendere in attesa del piano regolatore comunale.

    AZIONI
    Forzare il comune a preparare un piano regolatore (mozione – Luca T.)
    Organizzare incontro con la ditta che si occupa di fare su commissione del comune piano regolatori per antenne telefoniche.

    Orto di san Matteo
    Il 12 maggio e’ stat presentata una mozione per chiedere al comune cosa e’ stato fatto 6 mesi dopo il consiglio comunale aperto dedicato alle problematiche dell’orto di san Matteo.
    Un suggerimento viene dalla moglie di Marcello ( 2 cittadini presenti all’incontro che abitano nel centro storico), che consiste nell’inviare ad ogni famiglia straniera abitante nel centro storico una lettera nella loro lingua con la preghiera di rispettare le regole del paese, così come il decoro urbano che è di tutti.
    Altra proposta che viene fatta è quella di permettere ai cittadini di usufruire delle stanze dell’orto di san matteo per organizzare compleanni, feste private, chiaramente dietro pagamento di un compenso. Questo porterebbe alla presenza di castelfranchesi in questa zona delicata del paese.
    La Cristina durante la discussione della mozione presenterà anche queste proposte.

    PROFUGHI
    La proposta che sarà fatta al sindaco durante il prossimo consiglio , tramite mozione, è quella di di portare all’attenzione del prefetto che la nostra zona ha già dato in termini di ricettività di extracomunitari . Quei comuni che non hanno allo stato attuale presenza di extracomunitari, dovranno essere maggiormente sensibili all’accoglienza dei profughi. Per cui la richiesta che il sindaco dovrà fare al prefetto è proprio quella di tenere conto dello storico di extracomunitari che ogni comune ha, quando andrà a fare la ripartizione dei profughi tra I vari comuni.

    MALEODORANZE
    Abbiamo appurato che ci sono volute 4 anni al comune per capire e ammettrere che le maleodoranze arrivano dalla waste (depuratore di proprietà del comune ma gestito da Waste: il comune ci prende dei soldi). E’ stato confermato che entro settembre/ottobre I lavori richiesti necessari per ridurre I catitivi odori saranno portati a termine
    Sara fatta un’interpellanza per le dichiarazioni false e poi smentite da Arpat… (LUCA)

    SITO
    Bruni farà lavorare il suo amico sull’immagine da mettere a cappello del sito
    Costo del sito 50 Euro

     
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *