Si fa presto a dire solidarietà . . .

Vota

bla-bla

Ancora una volta, e sempre di più, questa amministrazione Comunale ci lascia senza parole… ma solo noi. La giunta è invece piena di belle parole e povera di fatti…

Durante l’ultimo consiglio del 22 aprile il primo punto dell’agenda è stato l’emergenza nazionale dei profughi.   Si parla di solidarietà ai profughi, vittime di un traffico di schiavi, dimenticandoci anche che dietro questa “tratta degli schiavi” c’è un sistema di cooperative che vive alle spalle delle disgrazie altrui. Si parla di dare una speranza a chi è nato nel posto sbagliato… si fa un minuto di silenzio. Sembra che il minuto di silenzio serva a lavare le coscienze. Invece di cercare l’origine della causa e risolverla, nel nostro paese si fa l’esatto contrario.. si rimane fermi 60 secondi.

Quando il Consiglio Comunale affronta la Mozione del gruppo consiliare Movimento 5 stelle che chiede l’impegno delle forze politiche e in primis al sindaco in qualità di presidente della commissione elettorale comunale di adottare prioritariamente come requisito per la nomina di scrutatori per le prossime elezioni Regionali del 31 maggio, la condizione di disoccupazione, allora la maggioranza, che deve impegnarsi e non limitarsi a 60 secondi di silenzio, “rivede” la propria idea di solidarietà.

A detta della maggioranza la mozione rappresenta principi condivisibili… ma è fuori luogo, come se dei sani principi si devono applicare random.. qui si, qui no.

“ La logica che è stata scelta in questa amministrazione non è quella di utilizzare la commissione per designare gli scrutatori, ma quella di utilizzare la commissione per recepire le indicazioni dei partiti rappresentati” dice il capogruppo della maggioranza Turini. Niente da eccepire dalle sue parole; chi dovrà votare la mozione sono i partiti politici che formano il consiglio comunale.

Allora chiediamo senza giri di parole… voi forze politiche che fate parte di questo consiglio comunale e che dovrete dare indicazioni sui nomi degli scrutatori vi impegnate a dare priorità a chi è senza lavoro e chi è in stato di necessità ??

Il capogruppo della maggioranza Turini a titolo personale dice che voterà contro…. e il votificio si unisce come sempre e inevitabilmente succede, al pensiero “personale” del capogruppo Turini.

Chiaramente la mozione viene respinta.. solo noi abbiamo preso l’impegno… gli altri vogliono fare come sempre e spartirsi liberamente e con i loro criteri gli scrutatori

Ci viene da pensare, che forse, le indicazioni sui nomi degli scrutatori che saranno date da questa maggioranza seguiranno altri criteri… noi un’idea ce la siamo fatta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *