Intervento in consiglio comunale aperto del 04/12/14

Vota

consiglio_sito-262x300

Come vedete questa sera indossiamo delle pettorine, questa volta non abbiamo né cartelli e né striscioni come vieta il regolamento che poco fa ci ha letto il sindaco.

A qualcuno di voi questa cosa può sembrare ridicola, libero di pensarlo, ma per noi non è così.

Per noi come per altri cittadini che sono presenti questa sera, queste pettorine hanno un grande significato.

A noi hanno fatto riscoprire dei valori che avevamo creduto definitivamente perduti.

Queste sono le pettorine che insieme ad altri cittadini abbiamo indossato durante le giornate in cui abbiamo pulito strade e piazze del nostro comune.

Queste pettorine ci hanno fatto sentire parte di una comunità.

L’intento di quella iniziativa aveva due finalità:

-Quello di sensibilizzare la popolazione ad avere cura del bene comune non sporcando e preservando quegli spazi, perché una strada od una piazza non sono proprietà dell’amministrazione ma sono dei cittadini.

-L’altro intento partendo sempre dallo stesso principio era quello di ricordare all’amministrazione che chiunque ottenga un bene che non gli appartiene ha il dovere di preservarlo ancora meglio di quanto non faccia con il proprio. E le amministrazioni che si sono succedute fino ad oggi questo obbligo non lo hanno svolto.

Detto questo non so se tutto questo lavoro che abbiamo fatto sarà solo un gesto inutile ma di sicuro in me resterà un bel ricordo e delle splendide sensazioni che mi hanno trasmesso tutte quelle persone che in quei pomeriggi ci hanno avvicinato e ci hanno incoraggiato offrendoci quando un pezzo di pizza,quando del cioccolato,quando un bicchiere di acqua od anche solo una parola.

Purtroppo mi rincresce constatare che far rivivere queste sensazioni ai castelfranchesi non rientra nei piani della nostra amministrazione anzi mi pare che si stia andando nella direzione opposta.

Forti dei vostri 3000 voti per i quali ancora oggi tutti quanti, compreso voi, ci si interroga come sia potuto succedere, come avete sempre fatto e come continuate a fare vi rinchiudete nelle vostre stanze da soli e sfornate provvedimenti insensati spesso prendendo spaventose cantonate.

Solo per citarne alcune recenti penso agli avvisi appiccicati in maniera a dir poco indecorosa sulle tombe a poche giorni dalle ricorrenze dei morti, oppure le sparpagliate dei banchi di ambulanti per dimostrare che il circolo ARCI è nel centro storico dimenticando invece attività commerciali che del centro ne hanno fatto la storia. O ancora i catafalchi di Natale che sono l’ultima trovata infelice che hanno portato ad un posticipo di oltre un mese della cosiddetta promessa al palio delle contrade e l’annullamento del consueto presepe vivente che negli ultimi anni era l’unica cosa che aveva animato le vie del centro storico e coinvolto tanti cittadini improvvisati attori.

Abbiamo ancora il ricordo del centro storico del natale di due anni fa quando nel nome dell’austerità è stato lasciato al buio.

Vogliamo ricordare anche lo sperpero dei denari che abbiamo denunciato?

Gli oltre 30.000 euro per un fondo inutilizzato di Villa Campanile di cui ancor oggi senza un bando di assegnazione.

O i 1.000 €uro donati sempre ai compagni del circolo Arci per la sagra della chianina tipica mucca di via Quarterona famosa in tutto il mondo, che onestamente non ne avrebbero avuto nemmeno bisogno visti i risultati.

Ed i proclami del grandissimo risparmio di oltre 100.000 €uro sul servizio rifiuti da utilizzare anche per l’acquisto della spazzatrice che magicamente dopo solo pochi mesi sono spariti ed è tornata ad operare la vecchia spazzatrice che tutti davano per defunta e poi resuscitata? O Miracolo direbbero a Napoli!!!

Delle tasse ne vogliamo parlare? Siamo tra i comuni che paga la TASI più alta della Toscana.

Per un modestissimo appartamento nel nostro comune paghiamo quasi 10 volte di più, tra quei comuni del comprensorio che qualcosa pagano. Si! perché ci sono comuni che fino a certe rendite non pagano per niente come Montopoli e S. Maria A Monte. E chi si colpisce poi? I più deboli perché è provato da questo studio che abbiamo fatto che ad essere penalizzate sono molto di più le piccole e modeste abitazioni rispetto a quelle più lussuose.

E In cambio di cosa?

Adesso mi rivolgo ai cittadini: Vi ringrazio prima di tutto della Vostra partecipazione.

Durante le elezioni ci siamo spesso sentiti dire che noi eravamo nuovi, eravamo inesperti ed era un dato di fatto innegabile, ma a distanza ti tempo vi chiedo ne siete ancora convinti? E’ vero non amministrando nessuno può saperlo ma sapete qual è la differenza? Che noi avremmo governato insieme a voi vi avremo ascoltato e non ci saremo chiusi dentro a quelle stanze, ed è per questa semplice ragione che noi NON avremmo sbagliato proprio perché ci saremmo confrontati con VOI.

Loro no! Per loro solo ammettere un errore in pubblico è segno di debolezza politica si rischia la poltrona, negare sempre e comunque anche di fronte all’evidenza questa è la loro strategia politica.

Voi non immaginate minimamente la fatica che abbiamo dovuto fare per portarvi qui questa sera, quasi tre mesi per avere un confronto pubblico aperto per parlare di due grosse piaghe che stanno ammazzando il nostro paese il degrado urbano e l’insicurezza sociale.

Guarda caso questo argomento non è stato iscritto all’odg, sicuramente un errore basta leggere gli articoli degli ultimi tempi, ed io l’ho per rendersene conto, sicuramente adesso sarò additato e ripreso ma mi sono sbizzarrito a leggermi questi articoli di cronaca e non può essere un caso che 9 volte su 10 a commettere i reati sono degli extracomunitari.

Riguardo a questa problematica sono turbato dalle dichiarazioni di fine ottobre (23) del Nostro Sindaco, egli afferma che sta facendo dei controlli incrociati tra politiche abitative e sociali. Questa è una dimostrazione che oramai da tempo è sfuggito loro il controllo di mano. Non è accettabile che il nostro sindaco non si riesca a sapere qual sia la situazione abitativa del proprio comune.

E’ notizia di oggi, che ho appreso tramite i social network che alcune abitazione nel lotto zona campo sportivo non terminate sono abitate da non si sa bene chi, che ha trovato in quegli obbrobri la loro dimora.

Concludo esortando la nostra amministrazione a prendere seriamente in considerazione le proposte che provengono da Voi cittadini e dalle forze di opposizione ed insieme elaborarle affinarle ed applicarle in tempi certi perché le buone idee non vengono da una parte soltanto.

Mi auguro vivamente che ne rispondere a questi proposti mettiate da parte la Vostra arroganza che contraddistingue qualcuno di voi e usiate più umiltà.

E non venga fuori quello con cui fino ad oggi vi siete difesi, non vogliamo più sentir dire ma noi siamo nuovi siamo arrivati ora e né tanto meno non abbiamo i soldi perché il governo ce li ha tagliati, quel governo è il Vostro noi non lo abbiamo voluto altrimenti i ridicoli non siamo noi che vestiamo queste casacche.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *