8 per mille da destinare agli edifici scolastici grazie ad un emendemanto del Movimento 5 stelle

Vota

sicurezza-nelle-scuole-2-490x282

Dopo le sollecitazioni che abbiamo inviato alla nostra amministrazione sul tema scuola ed in particola modo sulle strutture, vedi interpellanza sul piano scuola di Renzi presentato nell’ultimo consiglio comunale dello scorso 6 Agosto, continuiamo come gruppo consiliare a concentrare la nostra attenzione sul problema scuola.

Sul territorio sono presenti edifici scolastici di proprietà comunale che necessitano di interventi di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico.

Abbiamo pertanto invitato l’esecutivo del nostro comune a mezzo di una mozione presentata oggi stesso a fare richiesta per accedere ai fondi dell’ otto per mille dell’IRPEF.

Ogni anno, in occasione della dichiarazione dei redditi, il contribuente italiano può effettuare una scelta in merito alla destinazione dell’8 per mille del gettito IRPEF; a partire dal corrente anno, grazie ad un emendamento del Movimento 5 Stelle alla legge di stabilità 2014 , che ha modificato la legge 222/1985 che regolamenta l’8 per mille, lo Stato può destinare il proprio 8 per mille – oltre che ad «interventi straordinari per la fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione di beni culturali» – anche per «ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica».

Le pubbliche amministrazioni hanno tempo fino al 30 settembre per presentare richiesta e fare così in modo che almeno l’8 per mille statale sia usato laicamente e a beneficio di tutti. Abbiamo presentato una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale, in cui chiediamo che il Sindaco e la Giunta si impegnino a presentare formale richiesta, entro e non oltre il 30 settembre 2014, di accesso ai fondi destinati dall’8 per mille all’edilizia scolastica.

L’augurio naturalmente che ci facciamo sarebbe quello di sentirci dire che ci hanno già pensato e che la votazione per accogliere la mozione sia superflua.

Movimento 5 stelle di Castelfranco di Sotto

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *