Approvazione Bilancio Consuntivo 2013

Vota

approvazione-bilancio

La nostra prima grande prova che andiamo ad affrontare è l’approvazione del bilancio consuntivo 2013. E’ ovvio che tutto ciò che i 18 allegati che lo compongono per le oltre 300 pagine sono frutto del lavoro della scorsa amministrazione, chiunque si fosse trovato ad amministrare questo comune dopo le elezioni non avrebbe potuto niente nei confronti di quei dati.

Tanto è vero che la prima cosa di cui ci siamo lamentati è chiedersi perché quel consuntivo non è stato approvato nei tempi corretti che anche il TUEL prevede e cioè il 30 Aprile cosa che molti comuni anche del circondario hanno fatto. Non farlo non è un atto illegale, grazie al nostro ordinamento purtroppo che prevede continuamente deroghe non si è caduti nell’illecito resta però una questione di opportunità visto che tutti sapevamo che con le elezioni del 29 maggio l’organo di amministrazione sarebbe mutato.

Il perché di ciò non lo conosciamo, certo è che lo slittamento dei tempi non è sinonimo di salubrità delle finanze comunali.

Ma non solo, sempre in ottica di deroghe, ricordo anche che per regolamento i dati di bilancio ogni consigliere avrebbe dovuto riceverli almeno 20 gg. prima del consiglio ma questo non è accaduto, li abbiamo ottenuti il giorno 13 perché, come sostiene il sindaco Toti i consiglieri non sono ritenuti tali fino a che non avviene l’atto di insediamento e questo è avvenuto nel consiglio del 12 giugno scorso …tutto molto discutibile regolamento alla mano.

Detto questo voglia ricordare che negli ultimi tempi abbiamo compiuto un grandissimo sforzo. Dal momento che abbiamo ricevuto i documenti abbiamo messo su una task force di persone dividendo il lavoro in due fasi la prima studiando le specifiche dei bilanci degli enti pubblici la seconda dei dati oggettivi di quel rendiconto.

Da questo lavoro abbiamo tratto le nostre perplessità che abbiamo esposto.

La prima concerne i residui, abbiamo appreso che con questa voce molti enti pubblici in passato si sono creati delle sacche finanziarie non indifferenti che lasciavano agio ad interventi economici, non vogliamo certo accusare la scorsa amministrazione (madre comunque dell’attuale) che ciò si accaduto anche nel nostro comune ma certo è avere a tutt’oggi a bilancio residui vetusti che risalgono addirittura al 1995 ci fa pensare che qualche birbonata possa essere tornata utile… mettiamola così.

Altra questione riguarda gli immobili, partiamo con le dismissioni nel primo bilancio preventivo e poi anche nel secondo sono previste alienazioni di beni per un totale di 100.000 €uro salvo poi in consuntivo riportarne solo 10.429.28 poco più del 10 %, come è possibile un errore così macroscopico di valutazione? oppure abbiamo fondato il tutto sperando ?

Sempre riguardo agli immobili, ci sorprende un altro valore, il fatto che abbiamo incrementato il valore di immobilizzazioni materiali di oltre 2 milioni di euro senza che si siano state effettuate né alienazioni né tanto meno acquisizioni importanti, ma il tutto dovuto ad una semplice rivalutazione compiuta da una ditta esterna di cui non compare indicazione precisa né tanto meno i criteri adottati per conoscerne i parametri utilizzati.

Abbiamo evidenziato anche numerosi altri punti più specifici che non stiamo a riportare, concludiamo con una considerazione e di seguito con la dichiarazione di voto che abbiamo adottato in consiglio:

Abbiamo constatato che la chiusura del consuntivo ha generato un buon avanzo di amministrazione poco meno di 1 000.000 di euro peccato però che di quei soldi non si possa toccare neppure un centesimo poiché come riportato dalla relazione del revisore è evidente che sono già tutti vincolati. Questo mi fa sperare che riusciate a fare una buona pianificazione del prossimo bilancio 2014 preventivo e che quei fondi vincolati riescano a coprire tutto ciò che ci necessiterà perché da questa situazione mi pare di capire che non ci possiamo permettere di distogliere neppure un centesimo e ciò ci auguriamo che la nostra amministrazione ne sia cosciente. Auguriamoci inoltre di non penare eccessivamente a poter chiudere l’imminente primo bilancio preventivo che a noi onestamente qualche preoccupazione ce la da.

Il voto positivo in sede consiliare presume un’assunzione di responsabilità da parte dei consiglieri: se si verificassero delle irregolarità e se peggio poi queste determinassero problemi gravi, tutti i Consiglieri che approvano il bilancio attuale ne saranno legalmente responsabili. Alla luce quindi dei dubbi sopra esposti che non hanno trovato riscontri convincenti e di quest’ultima considerazione il nostro voto, così come quello di tutte le altre forze politiche è stato Negativo.

 

Intervento di Cristina

Intervento di Luca

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *