L’arpat e il Comprensorio delle Banane

Vota

usciana-490x367

Sembra che ciò che pensano alcuni cittadini si stia materializzando, infatti proprio oggi è apparsa la notizia che in Usciana sarebbero finiti 5 milioni di mc di liquami civili e industriali non depurati. Vergogna!!!

Sono anni che i cittadini fanno segnalazioni all’arpat per le maleodoranze e spesso viene risposto che i contadini stanno concimando i campi, ma l’arpat pensa che nel Comprendsorio del Cuoio si viva di agricoltura?
Da ciò che sostengono le Fiamme Gialle sembra che sia dal lontano 2006 che dovrebbero essere cominciati li sversamenti in Usciana. Ci chiediamo se tutto ciò fosse vero, dove era l’Arpat? Non ha mai fatto campionamento in proprio? Si fida ciecamente dei rilevamenti delle aziende? E se le cose stanno così come potranno i cittadini fidarsi in futuro del controllo sul territorio, anche in vista della eventuale costruzione o istallazione di nuovi impianti o l’allargamento di vecchi, sperimentali o normali che siano??
Ora siamo a chiederci come è possibile che in 6 anni nessuno si è accorto di niente? Anche i pesci dell’Usciana se ne erano accorti vista la grande moria dell’estate del 2012, dobbiamo forse pensare che gli uomini siano meno intelligenti di questi esseri che vivono placidamente nella acque dei fiumi?
Tornando alle nostre segnalazioni, a cui è stato risposto che i problemi delle maleodoranze sono spesso legati ai fertilizzanti o alla frangitura delle olive, vorremmo che fossero prese più seriamente e non liquidate con semplici semplici letterine prestampate.
In fin dei conti qualcosa che non andava c’era in questi anni, e crediamo ce ne siano tante altre. Possibile che solo noi ce ne eravamo accorti e non i tecnici specializzati??
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *