Il caso del “Piro” esaminato in parlamento

Vota

MONDO-PIROGASSIFICATORE-490x346

Lo scorso luglio un gruppo di rappresentanti 5 stelle alla camera dei deputati ha presentato un’interrogazione parlamentare riguardante i piccoli sistemi di trattamento termico dei rifiuti con esempio esplicito al caso di casa nostra.  Il primo firmatario del documento è il portavoce in commissione ambiente della camera Samuele Segoni, i destinatari sono: il Presidente del Consiglio dei ministri, il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e il Ministro dello sviluppo economico.

Chi ha partecipato il 10 febbraio alla presentazione all’ orto di san Matteo dei canditati cinquestelle per il parlamento, durante l’ ultima campagna elettorale, ricorderà che quella sera i giovani e promettenti ragazzi, divenuti poi nostri rappresentanti a Roma, rimasero colpiti dalla ben nota e triste vicenda del pirogassificatore e da subito ci promisero un loro impegno totale a tutela della salute dei nostri concittadini. La vicenda, con tutti i vari risvolti è stata ritenuta di interesse nazionale e per questo è stata trattata nella importante sede istituzionale.

Riportiamo un breve estratto dal documento originale “… emblematico il caso nel comune di Castelfranco di Sotto in provincia di Pisa, dove conseguentemente alla richiesta di un’azienda privata si sta sperimentando un impianto di incenerimento di rifiuti speciali «non pericolosi». Il suddetto impianto può trattare fino ad un massimo di 12.000 tonnellate annue pari al 0,38 per cento dei rifiuti speciali della sola provincia di Pisa…”

Il gruppo cinquestelle di Castelfranco di Sotto ci tiene a ringraziare e ad incoraggiare questi parlamentari che nella loro interrogazione evidenziano alcuni punti critici come le deficienze normative in materia ed inoltre è stato evidenziato il fatto che l’ impianto è localizzato nel comprensorio del cuoio zona già notevolmente sottoposta a un carico inquinante e meritevole di attenzione. Nel documento c’è anche un riferimento esplicito alla famosa legge regionale 35/2011 e al fatto che la regione ha considerato questo piccolo sistema privato un’ opera di interesse strategico.

Invitiamo tutti a parlare di questa interrogazione, a conoscerne i dettagli ma anche di altri argomenti e di tutto ciò vorrete sapere, con i ragazzi del Movimento 5 Stelle di Castelfranco che vi danno appuntamento MERCOLEDI’ SERA 11 SETTEMBRE PROSSIMO ALLE ORE 21.30 IN PIAZZA DELL’ORTO DI SAN MATTEO.

logo-pdf

Interrogazione-M5s-Pirogassificatore

 

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “Il caso del “Piro” esaminato in parlamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *