Amianto: Il Comune risponde e ci prende 10

Vota

amianto

Sulla presenza di eternit nei pressi dell’ex fornace del Callone, segnalata dal MoVimento 5 Stelle di Castelfranco di Sotto risponde il Comune.

“Ci preme informare la cittadinanza che questa Amministrazione, in data 10 settembre e dunque ben prima della segnalazione apparsa sulla stampa, ha dato avvio al procedimento amministrativo, protocollo 16033, finalizzato alla emissione di Ordinanza per la rimozione da effettuarsi a carico della proprietà del terreno.

Scaduto il termine previsto e preso atto della comunicazione della proprietà di aver già incaricato ditta specializzata è stata comunque emessa apposita Ordinanza che impone la rimozione nel rispetto delle procedure che dovranno essere approvate da ASL e ARPAT.

Ringraziamo dunque per la segnalazione; al tempo stesso ci sentiamo di rassicurare i cittadini, ribadendo che l’Amministrazione, come dimostrano gli atti, si era già mossa per tempo, avviando tutte le procedure richieste dalla legge, in un’ottica di massima tutela per la salute dei cittadini e la salubrità dell’ambiente.

S, anche senza darne notizia alla stampa.

Nei giorni scorsi, ad esempio, siamo intervenuti in altra parte del territorio comunale rimuovendo scarichi abusivi di amianto pur non dandone notizia, ma preoccupandoci prima di ogni altra cosa di risolvere la situazione e di tutelare la salute pubblica”.

L’Amministrazione Comunale di Castelfranco di Sotto

Fonte: Comune di Castelfranco di Sotto – Ufficio Stampa
           

Dopo la risposta dell’Amministrazione al nostro articolo “Presenza di eternit in via Molino del Callone”  volevamo precisare che:

Era nostro obbiettivo rendere un servizio alla comunità senza alcuna polemica.

Facciamo presente che l’incendio è scoppiato il 15 agosto mentre il procedimento è stato avviato il 10 settembre, oltre 25 giorni dopo.

Dopo più di un mese il sito non è ancora né delimitato né segnalato, chiunque può andare liberamente a passeggiare nella zona contaminata.

Da cittadini non ci sentiamo affatto rassicurati della situazione e se la cittadinanza fosse stata debitamente informata non avremmo fatto ricorso alla stampa per diffondere la notizia. 

Print Friendly, PDF & Email

7 thoughts on “Amianto: Il Comune risponde e ci prende 10

  1. Luigi

    Bella risposta da parte dell’Amministrazione dicono senza darne notizia alla stampa, ma vi rendete conto? I cittadini non devono sapere dove c’è pericolo? Viva la TRASPARENZA

     
    Reply
  2. Alessio

    Caspita ragazzi, ho visto le vostre foto fanno rabbrividire.
    Ed i nostri amministratori non hanno avuto neppure l’accortezza di mettere un cartello?
    Ma non solo tengono nascoste pure le cose, ma cosa ci stanno a fare a rubare i soldi?
    Bravi continuate così spero che molta gente si renda conto di ciò che fate e che vi dia una mano, io lo farò!

     
    Reply
  3. federico

    bravi ragazzi! bel lavoro. speriamo che il propretario del terreno faccia alla svelta a togliere tutta quella schifezza.

     
    Reply
  4. settesoldi

    Eternit – settesoldi (20/09/2012 23:31)
    MA DOVE GUARDATE??? L’ASL11 HA AUTORIZZATO I NUOVI LOCALI ADIBITI A VISITE MEDICHE PER LA MISERICORDIA…. GUARDATE LA COPERTURE SONO ETERNIT!!!
    PIENO CENTRO…NON E’ IL CALLONE…. MA QUANDO L’HANNO INAUGURATA TRA TECNICI, SINDACO E PRETI VARI CHE GUARDAVANO??? E LA MISERICORDIA CHE DICE???
    VERGOGNA!!! TUTTI CHE SI GIRANO DALL’ALTRA PARTE… TRA L’ALTRO ANCHE TECNICI ASL CHE CI PASSANO TUTTI I SANTI GIORNI DAVANTI!!!

     
    Reply
    1. ML

      Sig. Settesoldi Salve,

      le scrivo a nome dell’associazione che lei accusa.
      La copertura alla quale si riferisce, dei locali adibiti a visite mediche, è sottoposta a manutenzione come prescritto dalla normativa vigente. Effettuando quindi trattamenti periodici non è necessaria la sostituzione.
      Si informi prima di accusare e mettere in cattiva luce associazioni che fanno il bene dei cittadini senza ricevere alcunché da istituzioni.

      Grazie

      Saluti

       
      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *