Miasmi a Castelfranco Arpat rimpalla la responsabilità tra Waste Recycling e Aquarno

Vota

091003-0566_Castelfranco_di_Sotto-1-490x326

Apprendiamo la notizia relativa alla provenienza delle maleodoranza segnalate a più riprese dai cittadini di Castelfranco, in un primo momento  attribuita alla ditta Waste Recycling e poi misteriosamente modificata e rivolta contro il depuratore Acquarno.

Chiediamo quindi ai responsabili del depuratore di acque più grande di Europa in procinto di crescere ancora e divenire punto di arrivo e trattamento in una vasta zona della nostra regione grazie al progetto conosciuto con il nome di “tubone” di chiarire l’accaduto.

Così come gli enti preposti dovranno spiegarci se anche i primi miasmi denunciati dai cittadini già lo scorso giugno ma verificatisi anche precedentemente avevano la stessa causa, come possibile che fino ad oggi nessuno abbia mai verificato queste  aziende e le aziende stesse non abbiamo mai adottato misure di prevenzione più efficaci?

E’ altresì legittimo chiederci, visti i risultati ottenuti fino ad ora, se occorrono ulteriori verifiche o misure di prevenzione più efficaci.

A questi interrogativi sicuramente ne aggiungeremo altri dopo avere ottenuto il verbale del sopralluogo ARPAT che non mancheremo di chiedere nei prossimi giorni.

Nel frattempo non abbasseremo la guardia, noi come tutti i cittadini del territorio continueremo a vigilare sulla nostra salute e ad inviare le segnalazioni ad Arpat  ogni volta si verificheranno tali eventi così come previsto inviando il modulo che ognuno può trovare, con le relative istruzioni  cliccando sulla scritta qui sotto.

 SEGNALAZIONI ARPAT

A QUESTO LINK POTETE TROVARE TUTTI GLI ARTICOLI IN RISPOSTA ALLE MALEODORANZE NELLA ZONA DI CASTELFRANCO

http://www.arpat.toscana.it/notizie#c0=5&b_start=0&c4=maleodoranze+castelfranco

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *